Fashion

“Чемодан” на Красной площади начали разбирать

image

image

Gilber Becaud wouldn’t sing ”la place rouge etait vide” today… What do you think about a giant exposition of a Luis Vuitton’s baggage, isn’t it too over the top to be put in front of the Kremlin? I think it’s something original and very national due to the stripes painted on it but the government banned the exposition.

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/russia/10477796/Kremlin-fury-at-massive-Louis-Vuitton-suitcase-in-Red-Square.html

http://www.bbc.co.uk/russian/russia/2013/11/131127_moscow_louis_vuitton_take_down.shtml

http://www.youtube.com/watch?v=TilQ8BIHisw

Standard

RUBENSALE

Uncategorized

Homely kittens’ scene

Image
Politics

Love shouldn’t hurt – International day against violence on women

image

Ci vuole davvero una giornata internazionale per mobilitare il gentil sesso, per ricordare ancora una volta un cancro dell’umanità che tuttavia ha una presa particolarmente tragica in Italia? Evidentemente sì, perché nella maggior parte dei casi le donne tacciono – se ne escono vive- le violenze subite, per vergogna del danno subito o per vergogna nei confronti della persona con la quale hanno perso tempo e/o addirittura parti fisiche di sé o per la paura di esserne ancora vittime, o forse per il sollievo di essere riuscite a liberarsene. Sollievo che pur portando il segno di qualche livido del resto induce a sperare che la piccolezza di chi ha compiuto la violenza si esaurisca appunto con la soddisfazione di costui nel gesto e non vada oltre. E tutta l’onta subita cancelli i ricordi di una storia che sana non poteva essere. Eppure il silenzio uccide la dignità e aiuta ad alimentare un fenomeno terribile, grottesco, mortale. Abbiamo superato il medioevo, non siamo più messe al rogo per stregoneria e non vestiamo più cinture di castità. Viviamo in un occidente dove non esistono lapidazioni per adulterio e harem dove i mariti possono disporre di noi come vogliono. Eppure troviamo uomini più subdoli che fanno della violenza uno strumento privato di terrore, una soluzione per gonfiare la loro piccolezza di potenza contro un corpo più debole e dolce, che dovrebbe essere solo rispettato e baciato. Un corpo che in uno scontro fisico trema di fronte ad un altro che è il doppio. Impotente, mentre la mente cavalca in preda al terrore. Perché la violenza fisica su una donna va ben oltre al dolore fisico, è una violenza anche mentale. La stessa violenza che porta a non denunciare uno stupro o dei segni evidenti di maltrattamento. Mi sembra doveroso dire la mia su questo tipo di primitivismo, insicurezza e inferiorità caratteristico di uomini che tali non possono essere definiti e mai potranno esserlo. Perché qualsiasi violenza venga compiuta andrebbe denunciata in modo da far conoscere lo stigma di tale individuo, che non potrà mai sopprimere i suoi istinti se già non c’è riuscito. Individui che oggi e domani magari alzano le mani, prendono a schiaffi e pedate; ma dopodomani potrebbero sbizzarrirsi con qualcosa di tagliente e magari ucciderti dolorosamente, se va bene con un colpo di pistola. Denunciare sperando che ci siano pene talmente dure per i recidivi o gli assassini da indurre alla paura con torture psicologiche come penitenziari o castrazioni chimiche. Tali uomini non son degni di amare e girare in societá impuniti, quantomeno nel 2013. Non sono una femminista pura: mi reputo anzi una ragazza tradizionale, di vecchio stampo, che reputa le donne troppo intelligenti da poter pretendere di occupare i posti di lavoro più importanti con il solo argomento di un tempo che sta cambiando e la parità.La parità dei sessi non esiste e non dovrebbe nemmeno essere postulata; del resto sono convinta che buona parte di questa violenza nasca proprio da un complesso dell’uomo moderno che vede intorno a sè sempre meno donne vere, bensì donne che vogliono vestire i pantaloni e assumere ruoli più importanti dei loro. Io semplicemente reputo le donne il motore della specie; degli esseri fatti per essere amati e che amando creano l’estensione di una coppia e dell’umanità. Esseri che soffrono terribilmente nel momento del parto, perdono litri di sangue durante la loro esistenza e nel contempo si prendono cura del proprio compagno e che con la loro dolcezza infondono coraggio e forza. Quindi, esseri da adorare e coccolare in tutti i modi possibili, da accarezzare con petali di rosa. Ma soprattutto,esseri da rispettare. E il rispetto di chi vendica qualsiasi danno subito con le mani, oltre ad andare contro alla natura e ad ogni etica, non è nemmeno rispetto per sé stesso.
image

Denunciare, reagire, è meglio che subire.
Ciò vale in tutti i campi, ma in questo merita una battaglia, un’unione intergenerazionale tra tutte noi. Una solidarietà femminile che spesso manca o che ancora più spesso è citata invano.

Standard
Fashion

Cosmetiques d’exception

image

Faut pas toucher la France sur les cosmétiques, Chanel en particulier. Si la tenue des vernis à ongles est lamentable, c’est pourtant difficile de ne pas tomber sous le charme des couleurs précurseurs des nouvelles tendances. Les rouges a lèvres sont incontournables, les parfums aussi, et le poudres sont parfumées. Meme les noms sont beaux et parisiens! Moi j’ai Vendome et Lune rousse, deux vrais et differents types des rouges. Dior aussi n’est pas mal mais se défend difficilement… N’importe quelle chose qu’on porte peux avoir une personnalité et s’adapter parfaitement, si nous même lui donnons les valeurs qu’ils meritent!

http://www.chanel.com/it_IT/fragranze-cosmetici/Maquillage-94572

Standard
Lifestyle

The week begins and we all have the right to be positive

Я люблю начать неделя с обедом у моей любимой бабушки… а потом я на мире во всех смыслах. Вечером не звоните мне надо смотриь на фильм и спать. Кот счастливый по питанию тоже! L’amour et la joie parfois se trouvent dans les abitudes

Andrà tutto bene. Se non va bene vuol dire che non è ancora finita.

Standard
Food, Places

Sagra del tartufo

Quest’anno la sagra del tartufo a San Miniato si è tenuta dall’ 8 al 10 novembre. In autunno credo sia imperdibile una buona degustazione, e meno male c’è chi nella fattispecie la pensa come me e anzi è più dinamica di me visto che io non sarei in grado di guidare fino a lì. Con tre amiche, avevamo immaginato di cenare tra gli stand; in realta, alle 20.00 erano già chiusi – a parte due o tre-.
image

Quindi , deluse ma ancora decise a gustare le raffinate prelibatezze, ci siamo trovate alla ricerca di un ristorante adatto alle nostre esigenze. E’ stata una sorpresa trovare che quella che io a prima vista avevo immaginato essere una “mensa popolare” era – si, una cooperativa ma – estremamente raffinata, sia come menu sia come edificio e spazio. A voi giudicare la sala…
image

Quattro ragazze incastrate in una tavolata, con ottime bottiglie di Chianti del 2009 (preferisco Bolgheri e Brunello di Montalcino, ma quella volta mi sono accontentata molto volentieri) e un sfilata eccellente di piatti a base di tartufo: gnudi affogati nella crema, crepes, schiacciate…. Per terminare con un ottimo castagnaccio.
Insomma, è stata un’improvvisata ben riuscita. Tanto riuscita che poi eravamo cosi allegre da perderci per il paese nel cercare la macchina. Il bar Cantini è stato un riferimento!
image

Appello alle mie amiche livornesi per pressante voglia di pizza al tartufo alla Bisteccheria, unico posto che ho visto finora dove è autenticamente grattato e dove viene proposta una lista di vini rossi indicati. Sapete che gli oli e le salse che vengono aggiunti comunemente in pizze con la stessa denominazione sono ottenuti da composti del petrolio? Infatti, diffidate dei prezzi bassi e delle denominazioni “tartufate” .

I’ve been talking about local Italian food events, in particular this posts is about truffles. San Miniato in Tuscany, and Alba in northern Italy are two little towns famous the first for black quality truffles, the second for white and rarest ones. Anyway,this is a fall’s delicacy and no wonder there are festivals dedicated to it. I was in San Miniato last weekend and I am counting the funny dinner I had with three friends of mine. Beware if you decide to follow a festival or a local market in Italy: at 20.00 this event was already over, and generally in anyone of them stands last no longer! When we say Italy is a country for old people…

Standard
Culture, Lifestyle, Places

Life is so much better if sometimes it rains and sometimes it doesn’t

image

Sun makes people lazy. Isn’t it fun to run through the rain and join your destination? And when all the deeds are done, to dry yourself and find comfort in your home, in the arms of your loved one or hugged by a blanket… Rain is creativity and energy, and I really enjoy it when it’s shared. I remember the day I did two exams in Brussels: the day started very sunny and warm, but -while time was going by and with it all my knowledge and expectation in the harder Erasmus day ever-, clouds were increasing proportionally with my anxiety. And as soon as I entered the class where I had to show up my Russian force, a heavy rain began to drop. In two hours it got only worse, and I had to afford a crazy run to the bus station with ballerinas at my feet. Luckily I saw a boy with an umbrella that helped me. It was like a mirage, he was Italian and he run with me. I didn’t even know his name, but I’m still thankful and by far that moment will always make me smile. The bus took half an hour to get to my stop due to traffic, half an hour spent talking with a young girl already professor of philosophy, then crazy run with short stop telling my friends at Saint Plon that I had survived and probably I had even succeeded. My day didn’t even end when I reached my beloved wooden room, I had to celebrate it: it was the first, the hardest and of course the unforgettable one . There’s no way to describe how I love surprises, and this is true even with the weather. Wherever I will live, there’s no city like Brussels, where you can experience all the seasons in one day.

I miss the heavy snow in march. Why have I born in Italy?
Then, why all the greatest romantic literature is set in cold countries and is dominated by Wuthering Eights? Passion, death, ghosts and eternity cannot be represented by the sun…. and by far, aren’t they the more charming?
The coldest and stormiest, the warmer.

image

La vita è così migliore se a volte piove e a volte no!

Il sole rende le persone pigre. Non è meraviglioso correre sotto la pioggia per raggiungere la propria destinazione? E quando tutti i compiti sono stati svolti, asciugarsi e cercare conforto nella propria casa, tra le braccia della persona amata o riscaldato da una coperta… La pioggia è creatività e energia, e adoro quando è condivisa. Ricordo il giorno in cui dovevo sostenere due esami a Bruxelles: giornata iniziata con un sole primaverile ma,- con il passare del tempo e con ciò tutte le mie conoscenze e aspettative per il giorno più duro del mio esasmus-, con nuvole crescenti proporzionalmente con la mia ansia. Come sono entrata nell’aula dove dovevo sostenere lo scritto di russo, una pioggia fittissima ha iniziato a cadere. In due ore non ha fatto altro che peggiorare, e dovevo raggiungere la fermata dell’autobus con una folle corsa con delle ballerine ai piedi. Fortunatamente intravidi un ragazzo con un ombrello che mi aiutò nell’impresa. Fu come un miraggio, tra l’altro era italiano e corse con me. Non sapevo neanche il suo nome, ma gli sono sempre riconoscente e quel momento continua a farmi sorridere. Il bus impiegò mezz’ora per raggiungere la mia fermata a causa del traffico, mezz’ora impiegata piacevolmente a chiacchierare con una giovane professoressa di filosofia.  Scesa di lì, dovetti intraprendere un’altra corsa folle con una piccola pausa al Saint Plon per comunicare che ero sopravvissuta e che pensavo di essermela oltretutto cavata con gli esami.  Raggiunta la mia adorata calda cameretta di legno non potevo far finire il mio primo e più intenso, perciò indimenticabile giorno di esami. Uscii ancora, condivisi la pioggia con una persona cara, e festeggiai.  Ovunque vivrò, non troverò una città che mi soddisfi come Bruxelles., dove in un giorno si possono sperimentare tutte le quattro stagioni.  Mi manca la neve intensa nel mese di marzo. Perchè sono nata in Italia? Poi, perchè tutta la migliore letteratura romantica si situa nei paesi più freddi ed è dominata dalle immagini di Cime Tempestose?  La passione, la morte, i fantasmi, e l’eternità non possono essere rappresentati dal sole… E non sono questi elementi i più affascinanti? Più freddo e più tempestoso, più profondo e caldo.

Standard