Politics

Camminare e costruire, e se necessario combattere e vincere.

Se le idee potessero incanalarsi in una banale frattura… Sarei ottusa, andrei contro e voterei chiunque rappresenti ormai un guscio vuoto. Ma nella storia spesso dal contrario è nato l’Ideale; l’unica cosa certa è la persona, quella che frattura fra odio e amore. Più gli vanno contro e più mi piace. Renzi è un leader, come lo sono stati altri e come ne verranno ancora. Perciò, biograficamente imparagonabile ad essi. Primo fattore comune a tutti i leader italiani – me ne vengono in mente solo due nella politica dell’ultimo secolo, ma ci sono stati altri illustri compatrioti – : la legge elettorale (Acerbo 1923, dal mattarellum nel 1993 al porcellum nel 2006), con il pensiero diffuso che venga creata ad hoc. Forse. Ma purtroppo al suffragio ristretto non possiamo tornare, né tantomeno ad altro… In ogni caso da noi non scendiamo in piazza, non tagliamo le teste e rispettiamo le personalità a costo di vivere cento anni da pecora. Beh, credo che il vanto della nostra nazione stia nel trasgredire le illuminate regole che un 80% di smidollati ha scritto cedendo a compromessi utili giusto per tenersi un posticino. Io credo che la politica non sia solo un calcolo razionale, non è un lavoro normale del quale ‘si vive di’… Ma uno di quelli del tipo ‘si vive per’,è una passione per pochi – non a caso si dice che politici (e attori) si nasce -. In ogni caso la disobbedienza, diciamolo, fa parte dello charme dell’italiano furbo che gli scemi non possono far altro che guardare e invidiare. Dal 1946, qualche politico vero si è visto – ma quanti se nel nostro parlamento ci sono più di 1000 deputati?! Pagati da milioni di pecore. Pensate ai ricambi generazionali e ai senatori a vita e qualcuno mi spieghi il senso di questa carica elettiva attribuita dai vecchi presidenti della Repubblica. Insomma, la Montalcini c’è morta a 103 anni, in Senato!!! -. Dov’è questo tanto citato demos..? Quello poi, per carità. Perlomeno mi basta ascoltare gli argomenti del cittadino medio per rinchiudermi nella torre d’avorio e trovare l’ispirazione per una piccola elucubrazione. E un pizzico di speranza: se dal socialismo è nato il fascismo forse nella versione moderna persino dal Pd può nascere qualcosa di buono.

Advertisements
Standard

2 thoughts on “Camminare e costruire, e se necessario combattere e vincere.

  1. spider says:

    Dopo che ho letto quell’intervento sulla filosofia ho iniziato a seguire il tuo blog Alessandra, complimenti davvero, mi trovi d’accordo su quasi tutto quello che scrivi, continua così.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s