Uncategorized

Bloody and good news – Italy vs Germany

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/10903804/Italian-man-killed-family-before-watching-World-Cup-match.html

http://www.tgcom24.mediaset.it/dossier/ritrovamento-yara/?frommobile

20140617-150625-54385042.jpg

Bloody cases committed by insane men are apparently solved. About the one that stabbed all his family I am very amused to see that the Telegraph didn’t lose time to report: sex and football, a typical italian’s stereotype isn’t it? It goes by itself this one matches with the serial women’s killer/beaters… So happy Justice got those 2 yesterday.
And uber happy that Schumacher is out of coma, might he recovers completely! Like Pete Sampras – I felt a natural sympathy for this champion at the youngest ages: his smile, his costume, the Ferrari…. I knew but him and even if I couldn’t care less of sports – I’m a surroundings sport event’s lover if you got it – I was shocked when he had the accident and until when I’ve heard the news I wouldn’t have hoped he could get out of there anymore… His family and fans couldn’t deserve this loss, and the world his presence! That’s why miracles happen and we must believe in them.

http://www.telegraph.co.uk/sport/motorsport/formulaone/michael-schumacher/10902535/Michael-Schumacher-out-of-coma-live.html

In fact, I felt a miracle on my vey skin when I had a NDE (Near Death Experiences) at the age of 15. Might this post be a thank you for my doctors – as I’m glad I’m in touch with them safe and sound now, brain without injuries – and for this beautiful life I’m so glad to live.

It was a very cheerful Monday yesterday, and today I’m in Florence at Pitti – I’ll post my impressions later, maybe.

Standard
Politics

L’urna democratica salvifica

Elezioni amministrative a Livorno, 2014.
Ballottaggio fissato per l’8 giugno tra M5S e PD.
Mi hanno sempre raccomandato di non esprimermi politicamente per non fare scandali ed io fregandomene ho sempre fatto l’opposto sollevando nuvole di scompensi in un ambiente a me ostile – beh, non parlerei di scompensi ma piuttosto di stupore visto che ho sempre fatto attenzione a non mancare di argomenti validi sin dal liceo, negli anni mi sono evoluta e parlo con un pubblico di persone che è in politica, se ne intende o crede di farlo. Scrivo per un giornale di un altro orientamento e dopo le mie prese di posizione che hanno sollevato un polverone su una selfie scattata con Alessandra Mussolini so che se ci resto questo sarà solo per la bravura nello scrivere articoli e per la curiosità da giornalista che mi è insita – cosa del tutto naturale, ma che con una determinata visione passa in secondo piano; e allora pace, peggio per loro, io non mi spezzo. Che poi è assurdo darmi della fascista perché: a) è assurdo parlare di fascismi e comunismi nel XXI secolo; b) non mi rivedo proprio in niente, c) lo Stato è un impedimento; d) taglierei burocrazia, baracca e burattini per che qualsiasi interferenza provoca un eccesso di pressione, uno spreco che non va da nessuna parte – si entra in un’argomentazione finanziaria fuori luogo in questo post strettamente politico (comunque delle spiegazioni al termine si trovano, credetemi avere dato quell’esame tostissimo per scelta è stato illuminante) ; e) l’anarchia Bakuniana prevede un momento di caos prima del ristabilimento dell’ordine, un momento di rottura per poi risorgere dalle ceneri – è creazione, ciò a cui mi riferisco. Piuttosto che fascista quindi imparate a darmi dell’anarchica piuttosto, della non pensante su schemi comuni – non mi si può cassare con non pensante perché ribatto con argomentazioni studiate ad hoc, cosa che i più non hanno; della stimatrice delle idee, del merito, dell’individuo… Che risente dell’eccitazione di questo ballottaggio, per il quale è rimasta a partecipare e a sperare che il suo voto per una volta potesse conformarsi a una maggioranza di simili. E’ storico, è accaduto. I livornesi erano davvero stufi della sinistra. Da qualsiasi credo i voti hanno avuto una convergenza pari al 53% su Nogarin contro il 47% su Ruggeri. Dopo 70 anni di dominazione ininterrotta ci voleva una rottura. L’avevo previsto, ne ero sicura stavolta… Nei giorni precedenti insospettabili e soliti noti mi avevano confessato che con vergogna stavolta avrebbero fatto una croce diversa. Inutile venirmi a dire che tanto vinceva Ruggeri, perché se al primo turno il vantaggio pareva netto, al secondo le carte si sono rimescolate: la sinistra più estrema della Buongiorno Livorno di Raspanti delusa e stufa del clientelismo e del mangiamangia inutile dell’orientamento moderato; gli elettori di destra che superficialmente o meno vanno sempre e comunque contro alla sinistra; quelli che protestano contro il degrado di questa città potenzialmente bellissima e ricca e tuttavia resa mediocre, provenienti da qualsiasi credo. La livornesità unica è resuscitata dalle sue ceneri: mentre l’effetto leader di Renzi ha spopolato quasi ovunque, nella città rossa per eccellenza si vota contro. Perché ormai parlare di sinistra-destra è datato. E se in post precedenti ho riposto fiducia in Renzi

perché se dal socialismo è nato il fascismo perfino dal Pd può nascere qualcosa

è proprio perché è il leader che nella fattispecie va guardato e non tanto il background che deve essere composto da una serie di compromessi inevitabilmente per fare strada. Con ciò io mi sono sottratta al voto del 25 maggio, e onestamente avevo pregato per Grillo in Parlamento Europeo….ma ai più il caos e la rottura fanno paura, la democrazia non oserà mai portare a dei risultati concreti (entrassi in politica mi scaglierei contro il suffragio universale e la parità dei sessi, quindi se non voto è anche per questa mia convinzione).

Tutto cambia ma tutto resta com’è

da quando l’impero Romano non c’è più e abbiamo fucilato chi lo rievocava… Ma sono fiduciosa, la dialettica storica ci porterà avanti e se si va indietro come Umberto I salirò su un aereo, me ne andrò, mi ispirerò e farò i miei discorsi deliranti (?) da altri lidi.
Intanto questa Livorno a cui appartengo mi ha proprio emozionata: rottura, cambiamento e se necessario tanto caos non ci spaventano, concittadini.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=578569128924102&id=381739545273729

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/09/ballottaggi-livorno-non-e-piu-rossa-sinistra-battuta-per-la-prima-volta-il-sindaco-e-del-m5s/1019637/

Standard
Lifestyle

La notte leoni il mattino gattoni

CICLO CIRCADIANO

 

Il leitmotiv preferito da chi mi sta intorno ha preso una valenza scientifica: “hai invertito il ritmo circadiano” difatti è una maniera sofisticata per dire “sei affetta da vampirismo”. Inseguita in casa da queste parole ridondanti instillate furbamente da un dottore ai miei genitori, ho deciso di dare un’occhiata. Mai affidarsi al dottor Google, penso di averlo già detto; ma ormai l’ho fatto, e sono qua per esporre la mia versione di 22enne fieramente affetta da vampirismo. Perchè la mattina non ha senso… Il fascino di una notte stellata, del sentirsi sveglia quando i più nel mio emisfero dormono e dall’altra parte del mondo iniziano o finiscono una nuova giornata è indubbiamente più grande del caos mattinale fatto di conversazioni medie al bar e lavoratori che probabilmente desidererebbero fare altro. Mantenersi impegnati la notte lascia alla vita un numero ben più ampio di possibilità, pensateci. Perfino studiare la notte assume un significato diverso: se il ritmo è invertito è come se la notte fosse il pomeriggio sei leggero perché hai pranzato e bevuto il caffè, e mentre tutti dormono il tempo passa più velocemente e indisturbato dai rumori giornalieri. Avete mai provato? Io no – quando devo studiare o lavorare preferisco barricarmi in casa di giorno evitando il fastidioso e pesante sole che una volta visto mi acceca dai compiti quotidiani e mi butta nei discorsi comuni da passeggio -, ma ho un caro amico che ha avuto grandi risultati accademici e che assicurava fosse la strategia vincente. Ecco una delle immagini da web que creho todos pueden comprender en espanol tambien (el teclado es italien, muchas escusas para los errores en las palabras):

imagen dormido modificado

 

Se – come lo specialista e i miei cari sostengono – sono invertita da un annetto e ci sono effetti collaterali, ben vengano perché la nuvola di fondo di ansia tiene attivi – e brucia calorie (cit. Woody Allen). Premesso che a volte mi sveglio perché può capitare di avere dei rendez-vous mattutini o un pranzo, per il resto ritengo che mettere una sveglia sia nefasto. Il corpo si riposa e prende il sonno che necessita. Ciò che fa una vita degna di essere vissuta è come si rende da svegli, ma anche come si dorme. La qualità dei miei sogni è notevolmente migliorata recentemente, nel picco del mio disturbo… come se vedessi personaggi lontani anche da anni in HD, prendono un senso nella vividissima realtà della mia fase totalmente REM e anche se sono a me nemici ormai, o vecchie delusioni, nel sogno regolo i conti. Quando mi sveglio e sono da sola è paradiso, sul mio adorabile iPhone lampeggiano messaggi e chiamate che sono rimaste in attesa mentre sognavo – ecco fantasia e realtà ricongiungersi. Spesso manca il tempo di caffè,  Ovomaltine crunchy cream e  tv russa in vestaglia di seta perchè mi ritrovo a correre per svolgere differenti impegni possibili – e la vita è una passeggiata che a volte mi riporta a casa solo molto tardi. Ciò che deve essere fatto di giorno è amplificato dal minor tempo a disposizione delle attività di interesse quindi è ottimizzato e vissuto più intensamente. L’appetito viene la notte, all’improvviso trovandomi in mezzo a qualche prelibatezza; quando posso sbizzarrirmi nel soddisfarlo mangiando senza farmi il minimo scrupolo – comune alla maggior parte delle donne – sugli apporti calorici. Il che fornisce energie durevoli per essere la più sveglia tra i dormienti. Ecco a voi svelato il segreto dell’insaziabilità che mi contraddistingue, e l’umanità che non mi fa lasciare una briciola in un piatto in rispetto a quella parte della popolazione mondiale che non mangia. Mangiare quando va per gola – vivere per mangiare, che vuol dire talvolta non mangiare affatto – e dormire quando si è comodi: questo è il vero lusso e piacere, miei cari lettori. Con tutto il rispetto ai frequentatori di corsi e ai lavoratori, finché posso permettermelo sono fiera di essere sballata.

Standard