Lifestyle

La notte leoni il mattino gattoni

CICLO CIRCADIANO

 

Il leitmotiv preferito da chi mi sta intorno ha preso una valenza scientifica: “hai invertito il ritmo circadiano” difatti è una maniera sofisticata per dire “sei affetta da vampirismo”. Inseguita in casa da queste parole ridondanti instillate furbamente da un dottore ai miei genitori, ho deciso di dare un’occhiata. Mai affidarsi al dottor Google, penso di averlo già detto; ma ormai l’ho fatto, e sono qua per esporre la mia versione di 22enne fieramente affetta da vampirismo. Perchè la mattina non ha senso… Il fascino di una notte stellata, del sentirsi sveglia quando i più nel mio emisfero dormono e dall’altra parte del mondo iniziano o finiscono una nuova giornata è indubbiamente più grande del caos mattinale fatto di conversazioni medie al bar e lavoratori che probabilmente desidererebbero fare altro. Mantenersi impegnati la notte lascia alla vita un numero ben più ampio di possibilità, pensateci. Perfino studiare la notte assume un significato diverso: se il ritmo è invertito è come se la notte fosse il pomeriggio sei leggero perché hai pranzato e bevuto il caffè, e mentre tutti dormono il tempo passa più velocemente e indisturbato dai rumori giornalieri. Avete mai provato? Io no – quando devo studiare o lavorare preferisco barricarmi in casa di giorno evitando il fastidioso e pesante sole che una volta visto mi acceca dai compiti quotidiani e mi butta nei discorsi comuni da passeggio -, ma ho un caro amico che ha avuto grandi risultati accademici e che assicurava fosse la strategia vincente. Ecco una delle immagini da web que creho todos pueden comprender en espanol tambien (el teclado es italien, muchas escusas para los errores en las palabras):

imagen dormido modificado

 

Se – come lo specialista e i miei cari sostengono – sono invertita da un annetto e ci sono effetti collaterali, ben vengano perché la nuvola di fondo di ansia tiene attivi – e brucia calorie (cit. Woody Allen). Premesso che a volte mi sveglio perché può capitare di avere dei rendez-vous mattutini o un pranzo, per il resto ritengo che mettere una sveglia sia nefasto. Il corpo si riposa e prende il sonno che necessita. Ciò che fa una vita degna di essere vissuta è come si rende da svegli, ma anche come si dorme. La qualità dei miei sogni è notevolmente migliorata recentemente, nel picco del mio disturbo… come se vedessi personaggi lontani anche da anni in HD, prendono un senso nella vividissima realtà della mia fase totalmente REM e anche se sono a me nemici ormai, o vecchie delusioni, nel sogno regolo i conti. Quando mi sveglio e sono da sola è paradiso, sul mio adorabile iPhone lampeggiano messaggi e chiamate che sono rimaste in attesa mentre sognavo – ecco fantasia e realtà ricongiungersi. Spesso manca il tempo di caffè,  Ovomaltine crunchy cream e  tv russa in vestaglia di seta perchè mi ritrovo a correre per svolgere differenti impegni possibili – e la vita è una passeggiata che a volte mi riporta a casa solo molto tardi. Ciò che deve essere fatto di giorno è amplificato dal minor tempo a disposizione delle attività di interesse quindi è ottimizzato e vissuto più intensamente. L’appetito viene la notte, all’improvviso trovandomi in mezzo a qualche prelibatezza; quando posso sbizzarrirmi nel soddisfarlo mangiando senza farmi il minimo scrupolo – comune alla maggior parte delle donne – sugli apporti calorici. Il che fornisce energie durevoli per essere la più sveglia tra i dormienti. Ecco a voi svelato il segreto dell’insaziabilità che mi contraddistingue, e l’umanità che non mi fa lasciare una briciola in un piatto in rispetto a quella parte della popolazione mondiale che non mangia. Mangiare quando va per gola – vivere per mangiare, che vuol dire talvolta non mangiare affatto – e dormire quando si è comodi: questo è il vero lusso e piacere, miei cari lettori. Con tutto il rispetto ai frequentatori di corsi e ai lavoratori, finché posso permettermelo sono fiera di essere sballata.

Advertisements
Standard

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s