Culture, Lifestyle

Nuovo Femminismo – The new Feminism

Bozza della premessa all’opera:

Da sana femmina pesci ascendente cancro (luna in vergine, venere in pesci, mercurio in ariete, plutone in scorpione etc.), la questione della femminilità e del ruolo della Donna con la D maiuscola mi è sempre stata particolarmente a cuore, ritenendo me medesima una degna esponente della specie. Perché va ricordato che donne e uomini sono completamente diversi: va bene dire che appartengono alla razza umana, ma uguagliargli è come paragonare un’essenziale e semplice BMW automatica con una Porsche d’epoca manuale (con tutto il rispetto per le BMW, macchine comunque efficienti e carine), o un petto di pollo con un’entrecôte al tartufo. Insomma, paragoni che rimandano ad elementi che di fatto consentono di raggiungere un risultato in maniera altrettanto efficiente… ma in modo diverso, in quanto il secondo termine nel tragitto da un punto di partenza all’arrivo è immensamente più complesso, sia nella preparazione che nella guida: essere un bravo pilota o possedere un buon apparato digerente e palato, per godere appieno del percorso. Gli esempi sono innumerevoli, basta relazionare cose di semplice utilizzo e quotidiane con tutto ciò che può essere altrettanto semplice e quotidiano, ma di raffinatezza superiore. Cose semplici che danno gioie e che provocano un effimero godimento nel loro uso e nella loro efficienza ristretta – in attesa di trovare utensili o alimenti che raggiungano lo scopo più velocemente e bene -, contro cose che una volta viste e conosciute affascinano, seducono e potenzialmente avvelenano, uccidono e manipolano. Siamo due pianeti diversi. Questo mio scritto si vuole porre come un’opera filosofica in primis, sociologica per quanto riguarda i rapporti tra i due mondi in collisione in società, ed infine politica in quanto ci troviamo dall’ultimo secolo a questa parte di fronte a un pregiudizio di uguaglianza. Alcune donne (probabilmente bruttine, poco femminili, rompicoglioni o tutte e tre le cose) hanno iniziato a chiedere la rivincita da anni di sottomissione al maschio (sottomissione di che? Su questo scriverò un capitolo comparativo tra l’Europa e le altre culture, nonché grandi personaggi ed esempi di vera femmina) entrando di forza nelle istituzioni e cercando di cambiare le regole di società e i ruoli da sempre prestabiliti che consentivano alla Donna per l’appunto di occuparsi dei figli e dell’uomo, di fargli da testa e di appagarlo in modo che portasse di che vivere al nucleo familiare. Chi non lavora non fa l’amore, se è uomo; se è donna e lavora come un uomo, non solo ha poco tempo per farlo viste le altre incombenze che le derivano da madre Natura, ed è di conseguenza poco sexy, appagante e femminile (chi dice che è la testa che conta sarà automaticamente per sempre una frustrata nel relazionarsi e tenersi un uomo), e probabilmente una pessima madre con ampie probabilità di tirare su figli gay. Ciò nel caso che, mentre era alla ricerca di un lavoro e si sbatteva ad apparire indipendente e forte, ce l’avesse fatta a trovare un maschio…prima di cadere nell’età del sapone, momento triste della femmina che coincide col mettersi di fronte all’evidenza che qualsiasi ragazza, per il solo fatto di essere a quel punto più fertile e fresca, attirerà l’uomo più di lei. A quel punto altre cose interverranno, ed infatti è bene prenderne atto prima che ciò accada. Non per arrestare l’inevitabile naturale, ma per prevenirlo e adottare contromisure che portino a quel punto a non essere sottomesse per davvero dal tragico fato.

Le considerazioni che mi porteranno a dire che quel gruppetto di fanatiche, egocentriche, sottomesse ed insoddisfatte sta scompigliando il mondo in maniera negativa a tutti i livelli (uomini smaschilizzati, foreste di alberi decimate per il diritto di voto, insoddisfazione e ripicca a livello politico) saranno affrontate volta per volta nel corso dell’opera.

Voglio che sia chiaro fin da adesso comunque che non devo essere definita né tacciata come maschilista in virtù del mio pensiero, contraddittorio e scandaloso secondo le femmine a me vicine visto che faccio parte di questa specie. Ebbene io di questa specie ne sono esponente e prima donna, e mai ho invidiato nella mia vita il destino di essere nata con le fattezze da iconografia classica di femminino.

Modestamente, appago me stessa prendendo cura del mio corpo esteticamente, prima di rendermi conto che il resto del mondo apprezza i miei sforzi – che sono comunque pochi rispetto a quelli che fanno altre, fortunatamente; perché la femmina fa dei suoi difetti e della sua natura e freschezza un pregio, e non fa mai più del necessario per accontentare chicchessia né tantomeno piacere. La Femmina E’.

Nei panni di Eva, non ascolto minimamente Adamo: perché girare ricoperta da foglie di fico nell’Eden quando ci sono tante altre maniere e cose da scoprire?

A tutte le critiche che mi vengono quotidianamente poste, e alle osservazioni e domande che mi pongo io stessa, risponderò volta per volta.

E dal momento che arriverò a delineare una nuova forma di Repubblica ispirandomi liberamente a Platone e contestualizzandolo dopo migliaia di anni, si vedrà che ne uscirà fuori un nuovo pensiero, un anti-pensiero: nella sua femminile contraddizione al pensiero comune, il portatore dell’Idea di un Nuovo Femminismo.

I will make the translation of the book I started writing and explain better all this. By now, it is in Italian. Explanations will come, if you want some more information pm me or send an email – I’ll be glad to give you one.

Standard
Lifestyle

Back on the tennis court – from competition to pleasure

15 settembre,

giorno di compleanno di mia madre, e giorno in cui mi sono decisa a farmi invitare a giocare a tennis dopo almeno 5 anni di pausa. Insieme alla danza ma sempre a livelli più intensi di questa, ho praticato questo sport durante tutta l’infanzia e l’adolescenza. Giocavo tutti i giorni dopo pranzo per diverse ore, e nel weekend partecipavo spesso ai tornei a squadre. Ero nell’agonistica, e ne andavo piuttosto fiera nonostante mi lamentassi continuamente delle trasferte e della fatica della routine. Ma era un impegno ed una passione, ed ero stimolata anche dai miei genitori a non mollare. Avevano ragione; perché sebbene non potessi aspirare a diventare una Sharapova italiana a causa dell’impazienza e delle sfuriate che facevo in campo (ho rotto racchette, litigato con avversarie e spaventato diversi arbitri), finché è possibile è bene acquisire un certo livello di gioco che resta poi per tutta la vita e può rivelarsi utile essendo questo uno sport sociale, praticabile in tutto il mondo e di facile organizzazione. Basta essere in due (se sei solo puoi comunque giocare al muro), prenotare un campo ed eventualmente noleggiare in loco una racchetta. Comunque, io smisi per cause di forza maggiore, ovvero un grosso problema di salute che mi ha fatto rischiare la vita e tenuta fuori dai campi il tempo di tre interventi. Dopo mi proposero di ricominciare da dove ero rimasta pian piano… Ma mi sono richiusa piuttosto solo nella danza e nell’equilibrio che mi dava, insieme allo studio. Addio agonistica, resta il piacere di una partita rilassata… Ma ti rendi conto che accanto a ciò ci sono ben altre cose e impegni, e smetti. Capita, sono passaggi. Ma chi da ragazzo giocava a tennis sa che prima o poi riprenderà in mano la racchetta, perché resta comunque un velo di nostalgia e voglia nel vedere i match e i progressi dei campioni dell’ATP, nonché di quelli domestici. Mia mamma gioca sempre, si diverte, è appassionata. Ad agosto, quando si metteva d’accordo in Francia per i doppi, improvvisamente mi sono decisa dopo anni di titubanze a segnarmi un imperativo. E questo 15 settembre, in occasione proprio del suo compleanno, sono tornata sui campi.  Che nessuno diffidi perché per un tennista riprendere è come andare in bicicletta, come se non giocasse solo da ieri. La memoria muscolare, come le persone del circolo – i miei adorati maestri che impartivano lezioni nei campi vicini –  sono sempre lì.

Buon compleanno mamma, ci siamo fatte un regalo a vicenda. Grazie di essere la mia progenitrice, migliore amica, sorella e oltremodo fonte di motivazione a seguire il tuo esempio ed entusiasmo sportivo, facendomi vincere infine la pigrizia e prendere una decisione.

IMG_7699IMG_7697IMG_7698

Standard
Politics

September 11’s and media’s bombarding – an analogy of our times?

I invite everyone to discute with me about what I think of all that horror in the Middle East out of a mindless mob’s opinion. I prefer not to express myself in here but all this bombing is scaring me and I lived the scare on close friends. Political communication, media, analogies… Even in my thesis I discuss G.W.Bush’s speech about the “Axis of evil”.

I’m talking of Apple out of an artistic/egoistic/esthetic point of view – the political one is very different: Big Brother might be closer and more appealing than you think.

images-1

Standard
Culture

Apples, music and surprises

The Apple family never stop surprising its costumers and the world. When I saw 11 songs of the U2 popping with their clouds for a download on my iPhone I thought it was a promoting strategy and a way of cheating people with the touch IDs… Then my excited mom whom is unable to put music on her iPhone – she doesn’t care of music at all, I don’t know even what’s her use of an iPhone… I guess she just likes the idea, because she barely know what iTunes is -, told me that for the launch of the iPhone 6 the U2 were giving their last CDs to the owners of Apple’s products. The result is that my mum downloaded 11 songs for the first time, and I am listening to a full album of modern commercial artists out of curiosity – I use to listen to vintage french songs (50s,60s,70s), local russian or spanish stuff, and Biagio Antonacci when l’m not dancing and getting dressed like a teenager does ;). Who knows how many people will get curious and download other songs and albums? Is it another step toward a digital imperialism launched from the iTunes market? It is so easy to buy; I noticed that I bought hundred of songs I could have found somewhere else just because it was easier – isn’t that stupid? 1,29€ x nX makes hundreds and hundreds of €…. Knowing that strategy I could swear that U2 lovers will get to buy easily other songs linked…

Apple strikes again, and music will have to conform. Just think of all the DJs using the MacBooks – included I, that I downloaded the program to mix the music at my parties and I’m willing to learn at the best. It is not negative: we have soundtracks every time and life is so much easier and colorful. Artists must find alternative and new ways of getting known to get their lives. The power of infinite actions in your hands: get an Apple and you won’t be bored, ever – wanna talk about the iWatch?

We think we’ve got perfection and then some new ideas come from the very unique brand. Beat the Apple and you’ll leave the Eden and stop being animals – an infinite knowledge is given to humans.

 

 

Standard
Lifestyle

The spoiled picky geek

overview_wireless_hero

I did it! After an incredibly intense exhausting summer – for my standards, that is relaxing and regenerating -, I came back to my native country with a clear and determined mind. I’m always happy in September, the seasons in which true sensed warmth are starting from now! It’s time to make a treasure from the summer’s experiences and networks, it’s time to handle up our lives on a business level and maybe on a sentimental one – talking for my readers, it can be understood. I’m on the creative motivated side: thesis soon, readings, the bureaucratic stuff to enter a new path of study. I won’t leave political sciences and all that comes from this: communications, international politics and relationships, languages, economy, finance, history etc. я не хочу жениться, я хочу учиться! And since when the university itself rewards me with scholarships (I got 2 of them for productivity and well doing), my very cultivated family – all lawyers and professors…- spoils me and supports me to make me study – l’m the unique child and nephew -, I have special discounts and last but not least studying is not even an effort for me as I live to learn and continuously have challenges… who needs anything else? So since when I’ve came back I kept on moving and I had little time even to sleep – as always, I keep myself busy in other not to waste time. September 1st I bought myself a gift and Apple awarded me with the Education discount: I invested on a McBook Air. Stop getting mad with other products, Apple is esthetically and efficiently the best. No one EVER bought a Mac with so much decision and speed. I was watching the clock while they were installing programs as I was late somewhere else and so I thanked and assured I would have finished everything at home. I was biking (my parents managed to break the Smart car while I was away) with the precious packet and at home I found astonishment. Why waiting a gift for the degree when I live on the edge of excitement and celebration to be home after 2 moths and a half? Live the beauty of the present, because tomorrow is a mystery… and I’ll have other rewards anyway! So installations were made yesterday night, after having hugged my beloved friends in Kavarna – it’s not that important where you go and who you are with, if the owners and the mood are familiar you’ll always feel at home and lucky. I slept maybe 4 hours and today I was in Florence sooooo happy to see my professor, the guardians, the president of the faculty etc! My mum went at the Apple store to have her iPhone repaired for free in 30 minutes meanwhile – again, Apple is the best technology to invest in even for the guarrantee it gives…. In accordance to the theories “The best or nothing” and “Live and think in abundance”, daddy was waiting at home to open a bottle of champagne to celebrate and then I strolled out to see my best girlfriends immediately after! Sleepless for the innate sickness of vampirism, this is the first post with my new jewel.

New Year has begun! Did you know that in Russia until 1700 it started in September? Russians have different New Years… In fact it’s relative and there’s no reason to celebrate just once!!

http://www.timeanddate.com/holidays/russia/new-year-day

Ps. Someone commented on the post about summer’s impossible  engagement that what I write looks like the Triumphs of Baccus and Arianna… and this someone is perfectly right! Italian Renaissance… The Tuscan’s contribute to the continuity in the beauty, joy and civilization – culture, art, instruction, health and delicious food, etc. – that started in my very country since Roman Empire and the Magna Grecia. 

Quant’è bella giovinezza,
che si fugge tuttavia!
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c’è certezza.

Standard