Please call me Dottoressa

I got my title! Here’s some pictures of yesterday, when I finally discussed my thesis and shared my points of view with the commission. Now that it’s done I can finally say how stupid is worrying about a thesis… Because it is YOUR production, and you know more than anyone else about it. So even the idea of being judged on it is stupid if you don’t take it as the occasion of making a show off of your work (if you’d put passion on it) or just thinking about the subsequent parties: the one with the crown just outside the room, and the huge ones afterwords (I personally was celebrating even the night before, because I knew otherwise I couldn’t sleep). And all the love and gift that comes with it… Studying a Bachelor degree is the first of oner necessary titles, and you get it before everybody else who’s studying in the 5 years branches (law, medicine…). Again, it’s a choice of life. 22 years old DOTTORESSA in political sciences is something to be proud of! Especially when the specialist traveled a to, leafed other languages, never refused a party, and wrote her thesis in Monte-Carlo… Cheers!

Ps There’s a video of my sabrage with the thanking (something never seen in a university I guess, from the faces of every astonished student and professor around me), which I don’t know why it can’t be posted. I try on youtube and asap it will be available searching for my name on google.

IMG_8381IMG_8365 IMG_8335
IMG_8362

Gente sono LAUREATA, ce l’ho fatta! Posso ufficialmente avere i miei bigliettini professionali con scritto Dott.ssa… a 22 anni, se queste non sono soddisfazioni..!! Disquisivo su quanto sia bello laurearsi in una triennale: titolo valido ottenuto prima e emozioni che ad ogni grado cresceranno, perché i festeggiamenti sono almeno doppi e crescono di intensità – potessi studierei tutta la vita, e intanto mi iscrivo nuovamente. Questi 3 anni sono volati nella gioia e nelle esperienze intense più svariate, tra erasmus, viaggi, apprendimento di lingue straniere che crea situazioni e apre orizzonti, la scelta di scrivere la tesi a Monte Carlo. Poi la facoltà di scienze politiche di Firenze credo che adesso sia una delle poche a fare discutere ancora la tesi triennale per un decina di minuti buoni con gli altri candidati a seguire in attesa della proclamazione finale ( a Pisa lo stesso metodo è usato per giurisprudenza e odontoiatria, lauree quinquennali a cui ho assistito spesso); mentre nella discussione di una tesi specialistica da noi il candidato entra da solo con i familiari e gli amici, viene intrattenuto di più perché egli stesso parte con l’esposizione, e poi da solo viene proclamato dottore. Non è bellissimo? Sono momenti che devono essere vissuti gioiosamente! E hanno ragione tutti quelli che dicono che la tesi una volta scritta è una passeggiata perché essendo una propria produzione il candidato deve presentarsi sapendo di saperne più sui professori, e che il loro giudizio è ininfluente ai fini del conseguimento del titolo. L’opera resta, può essere pubblicata ed utilizzata più o meno intelligentemente; di fatto la discussione è una gioia, ed è emozionante indossare la corona di alloro e stappare bottiglie (ne ho sciabolata una e ho fatto un video tra i ringraziamenti che sarà presto disponibile online). Figuriamoci per una che si vanta di non aver mai detto no ad occasioni piacevoli, feste e cose varie, mettendole come impegni nella routine quotidiana ( se con me di routine si può parlare) e inserendo lo studio in funzione di ciò, cosa voglia dire adesso festeggiare un traguardo come la laurea. Come ai tempi d’oro, la notte prima dell’esame ero a cantare allegramente Califano e le canzoncine da studentessa russe sciabolando al Kavarna, e infatti ho dormito benissimo e mi sono svegliata col sorriso. Bisogna essere un po’ tanto tonti ed insicuri per rovinarsi la vita con la preoccupazione della discussione quando invece la vita ingrana da lì con una nuova marcia!

IMG_8377

IMG_8361IMG_8355IMG_8379

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s