Places, Politics

Uno spin al turismo arriva a Livorno – speriamo?

http://www.quilivorno.it/news/cronaca/dal-crocierismo-turismo-lindagine-360-confesercenti/

Finalmente! Rilanciare il turismo è la cosa più logica da fare a Livorno, perché avrebbe delle potenzialità enormi; purtroppo poco sfruttate a causa del provincialismo dei cittadini (che è brava a parlare, ma non a fare) e del clientelismo che portava a compiere in tempi lunghissimi progetti inutili – e perfino dannosi, basti pensare alle rotatorie su Viale Nazelio Sauro – che danneggiavano e certo non abbellivano la città, con i soldi delle casse comunali destinati a rimpinguare quindi qualche costruttore edile sfrontato. Chissà cosa c’era dietro a quel referendum che avrebbe consentito la costruzione di un nuovo ospedale sulla collina di Montenero (Nogarin ha immediatamente bloccato il progetto http://www.beppegrillo.it/2014/06/lospedale_di_livorno.html)… Un’assurdità: più difficile da raggiungere, e oltretutto dopo che vi erano stati dei lavori ingenti in diversi reparti – ad esempio neurochirurgia, nella quale dopo anni che mi rifiutavo di entrare, quando andai a fare un saluto al primario rimasi sconcertata dalla modernità che vi era stata installata nel frattempo (mentre io l’ho vissuta nello sfacelo dell’edificio, con piccioni che a volte entravano dalle finestre). Poi il nostro ospedale è bellissimo, e di per sé meriterebbe di essere aperto ai turisti per studiarne l’architettura: fu costruito infatti per volontà di Ciano, il genero nonché braccio destro di Mussolini, al quale dobbiamo tanti altri bei progetti. Come a Roma è considerato un monumento degno di essere studiato il Palazzo della civiltà italiana (conosciuto più semplicemente come Colosseo quadrato), perché le scuole e i turisti non possono organizzare delle guide dei nostri monumenti? Arte fascista (http://www.artefascista.it/livorno__fascismo__architettur.htm) ma anche molto anteriore (la Fortezza Vecchia ha una storia che va dal XVI secolo, e vi sono tracce che inducono a credere che già nel Neolitico in quella zona originaria vi erano stanziate delle tribù – andai a una visita guidata, eravamo in cinque). Spero davvero che arriveremo a dei risultati concreti, potendo ce la metterei tutta; e io andandone fiera già riesco a portare turisti/amici che non posso non restare incantati da come vivo – se non altro perché io questa città la vivo e la apprezzo sinceramente per quel che è, presentandola coon fierezza! Infatti, perché vivere lamentandosi e disprezzando? Si crede di conoscere un posto ma poi non si va oltre a ciò che si vede, non ci curiamo di approfondire la storia che ha portato ad una costruzione… Come a Parigi camminando guardiamo estatici ciò che è circostante e ne conosciamo più o meno tutti almeno i nomi, perché non possiamo vivere così nella propria città d’origine? É inutile viaggiare se a casa non abbiamo interesse per ciò che è vicino – se non altro per vantarci anche noi di avere una storia, anche più intensa e ricca di altre – vogliamo inneggiare a Bruges rispetto ad un nostro paesino medioevale ad esempio? Eppure non abbiamo niente, in Italia, da invidiare al Belgio, se non che loro rendono quel poco una favola e noi, discendenti di Dante, guardiamo al presente e basta rinnegando il passato glorioso.

Standard
Culture, Politics

Tribute to polyglotism

flat,800x800,075,t

Ogni momento quotidiano e ogni argomento ha la sua lingua di preferenza. O almeno, così vedo e vivo io la questione. Mi sento un po’ in colpa a non tradurre sempre i post che scrivo nella mia lingua madre, ma quando lo faccio mi sento in colpa perché non lo faccio neanche in francese, o in russo (questa non è proprio lingua madre come posso considerare il francese, ma potrei fare qualche articolino uno tantum, visto che mi piace ed affascina enormemente). Qualcuno di è reso conto che vado pr argomenti? Nelle invettive – politiche, quelle contro Hollywood, quelle sui maschi italiani (che ispirano tutto il nuovo femminismo che scorre in me, e mi premono visto il grado di femminicidi elevatissimo nella nostra Nazione) – in genere scrivo in italiano. É indubbio che per litigare dominiamo il mondo! Confesso oltretutto che la mia appartenenza alla città di Livorno si scatena nei litigi domestici: mamma ed io, parlanti un italiano toscano modestamente perfetto e ben lontano dalla pesante cadenza di questo porto, ci scateniamo a volte quando litighiamo tirando fuori un linguaggio da pescivendola del mercato centrale (con tutto il rispetto, vado al mercato e mi piace per apprezzarle). É un segreto ed un’abitudine che fa sfogare forse quelli che potrebbero diventare alterchi pericolosi… Insomma, il mio essere italiana sta in questo, nel litigio, e forse proprio per questa ragione posso vantare una purezza nell’integrità come persona nazionalista; l’amore per la patria che difendo nell’incoerenza di cercare altri lidi e parlare altre lingue.

Fossi coerente politicamente ed intellettualmente, parlerei solo italiano. Ma sono evidentemente una pigra blogger esibizionista che col minimo sforzo vuole essere letta ovunque. Quindi ecco perché l’inglese.

inglese-2

Italian, French, Russian, Spanish and all the subcultures – who wants to understand understands. Arguing in english is pretty nice too, there are a lot of big rude words. The musicality and temper are not the italian ones, though. English is a business’ language, the global one. You can, as nationalist, think that you must keep your mother language or at least translate: it’s ok for a book, for articles and immediate thoughts written on paper – but on the web is much more worthing thinking globally. I was so pissed off in Brussels where they were proud for the Nobel prize for peace won by the EU because all the documents are translated in all the languages of the 27th countries! Where’s the democracy of it? People in the world are starving to death and we spend money on paper and translators…?! There, the four languages of the six former countries in 1951 (Great Britain, France, Italy, Germany, Luxembourg, Belgium) were more then enough, in my humble opinion.

th8

La langue française c’est celle de la diplomatie, de l’amour, de vins. Pourquoi-pas la mode et l’alimentation, pour ne pas parler des expression utilisées chaque jour dans le langage commun, qui donne ce je-ne-sais-quoi de recherchée et cultivé. La grammaire est très compliquée, et ça donne aussi cette nature inimitable et surclassée à la langue même…Bref, mon coeur appartient intimement à la France, d’ou apparemment mes ancêtres ont échappés en 1789.  Retournant au discours sur l’UE, les langues sont une raisons entre des milliers d’autres à niveau politique, pour laquelle je choisis de preference les relations internationales et la diplomatie en elle-même plutôt q’un travail dans le Conseil européen ou dans les autres institutions de Bruxelles.

Avete mai pensato a quante parole francesi incrociamo in una giornata? Ecco un piccolo capolavoro di cortometraggio raffinato ed indicativo: c’est la vie! https://www.youtube.com/watch?v=eEFkE6VjZ2Y

cirillicoRussian language, which wold require me a keyboard I’m too lazy to set now on the MacBook, is charming and secret; that’s why spies are often linked to Russia, in memory of the terrible KGB! People who hears and know the language cannot help but saying that it’s so sexy then… especially when spoken by beautiful women.

Spanish is not so sexy and not even so useful, but still it’s nice to understand it and having passed an exam too.

My love to multi-understanding and the main way to enter the über national world !!!

Standard
Culture

90’s terrific cults: think twice before getting involved!

Fatal attraction, Sleeping with the enemy, Basic instinct, The war of the Roses.

images

Suspense, obsession, lust, sex, possession, blood, death, craziness… and a common message: be careful who you sleep with, and/or with whom you’re married with. Suddenly he/she can turn into your worst enemy. Consequences could bring you to death. Those films scared a generation of young people, and still work with me. My heart had difficulties handling Sleeping with the enemy tonight, where finally the crazy one in the couple is the man. Very tidy, very beautiful, very faithful and cheerful…and then suddenly crazy and violent for nothing, always wanting to possess his wife until she’s got no freedom even to see her mom. She pretends she can’t swim and so she escapes and changes her identity. But he seeks for her… I had shivers during the whole movie. Why didn’t I see it before sharing part of my life with some potential enemies? And then there’s Psycho, who also had its remake during the 90’s. There the presence of the MOM dominates the film. Oedipus complex, another thing to be scared with. And while during the 90’s women were anyway still more submitted to men’s, now everything is upside down. With the awful consequences for us to end up killed to make them think that they still are over us, and mom protects them.

1395832377159.cachedimages-1

Protect and love yourself, be single – keep friends, give birth a day, live in peace.

War-Of-The-Roses-kathleen-turner-25216839-1200-775

We women have more powerful weapons than guns anyway….

Unknown

sleeping-with-the-enemy_01

Standard
Culture, Politics

Misogynism can be defined but law is relative. A few more tears and disgust toward Iran in particular and the Midle East, in general.

http://blogs.tribune.com.pk/story/24675/reyhaneh-jabbari-lives-on-even-today/. Why should we cry and suffer for what happens in those under developed archaic countries? I say this but I feel such a pain just looking at those women… Creatures that cannot escape the savagery and domination of their men, that are destined to live without fulfilling their lives… But you know what..? This is THEIR fault, not men’s. Because we’re in the XXIth century, weapons are easy to find and if the best revolutions of the XXth century were made without the help of social medias now with all the possibilities of gathering people around a goal I wonder why these females accept this. I’m not keen to feminism in itself, I already shared my opinion in this; but that kind of rebellion against a society that is DISGUSTING is something I’m willing it could happen. Men, go on until they’re so stupid and powerless. I’m sorry for the unfair justice that Reyhaneh plead. But how could she defend herself and the justice in a so under developed society? How can she believe in a barbaric religion? Because now I express myself over the Islamic religion and I’m sorry for all my charming friend but I cannot shut in front of your convinced statements of supremacy. How can you generally say that the Quaran contains the divine words if nobody was with that visionary Muhannad over the mountain? And how can you justify Jihad, the imposition of a religion with the threat of force over Mecca after the period in Messina because he was sent back there due to the fact that nobody liked him at the beginning? He is a prophet and I might be a blasphemer but Jesus died and scarified himself for humanity, never praising violence. And look, Christianism is the most practised religions in the world (what was done by the Church during the Middle Age stayed in that time’s uses, now we can think what we want over the institution but not that violence is part of this)!  It’s easy to use force… We live in a world that praise human rights in every civilized country, a world in which there’s a subject of studies called “international law” with the supreme goal of defending them. However, in those Middle East countries the values that organizations preach are not respected and resolutions are not taken. Where’s the validity of ONU if it accepts every of them and stays watching all that?  I might be dull, but something doesn’t glue. In fact I don’t believe in the power of those international organizations either… It would be better to stay in our native countries free from obligations to others. And never never NEVER put a foot in underdeveloped dangerous countries. You go there and you might be beheaded, how nice…. My parents are right. You can meet arabic people in Monaco eating and drinking like crazy and very open minded  and connect with their vision of their culture in safety instead of meeting them in their towns, sadder, respectful and soooo HYPOCRITICAL!! It sucks to me to see burkas and over covered women in Europe but I respect their  unfair religion. Why can’t I walk in shorts in Dubai then – where they preach progress and wealth but still you can’t go hands-in-hands with someone or you’re rejected from the country? Which religion can be so DULL, ARCHAICAL and UNFAIR?! I respect everything, but to your sayings that “what you see in media is not what the true teachings of our prophet say”,  I answer that even if a small part of the believers do horrors in the name of a false interpretation, if you”the good believers” go against their terrific  actions, then start preaching something else too instead of accepting this on a global level!!!! You must be afraid of the violence justified by your law and the activate yourself and give a new teaching. And stop drinking and come to annoy european women, we’ll never be submitted…!!!

Love is freedom and understanding, and I’m praying for comprehension of those values in the whole world. It might come by war, so let’s start fighting to be heard!!! islam-vs-other-religion Credo di essere una persona tollerante e buona, aperta allo studio delle altre culture e rispettosa di tutte le religioni. Ma adesso l’ISLAM ha toccato un limite. E’ disgustoso dover essere bombardati dai media sugli orrori che (ancora) accadono nei paesi del Medio Oriente! Questa povera ragazza impiccata…. Come nel Medioevo, perché ha ucciso un uomo che cercava di violentarla. La sua lettera mi ha commossa, ho cercato di mettermi nei suoi panni; io che a 19 anni vivevo uno dei periodi più belli della mia vita, me la spassavo nell’estate della maturità, iniziavo l’università…come posso capire? Infatti non si può perché siamo profondamente diverse. Con il rispetto della defunta, ma non siete definibili donne nella società attuale. E, sebbene possa essere tra quelle che si dichiarai apertamente contro il femminismo per il quale le suffragette scendevano in piazza e per il quale adesso stiamo prendendo un falso controllo che ci fa perdere di vista i valori familiari, questa è una deformazione per la nostra specie. con tutti i mezzi che ci sono per essere ascoltati possiamo immaginare rivoluzioni di portata ben più grande di quelle del secolo scorso, eppure tutto rimane fermo. Ma anche non potendo sotto quel piano, se siete donne UCCIDETELI. E combattete per essere libere. Che sinceramente vedervi girare per l’Europa in Burka fa abbastanza senso. Vi rispettiamo, ma ci fate pena. Guardiamo silenziose questi fantasmi che si aggirano per l’Europa e che sotto magari indossano migliaia di euro di vestiti presi nelle migliori boutiques e noi non possiamo mostrare le nostre belle gambe nei loro paesi perché altrimenti ci cacciano via..?! Se andiamo a fare una vacanzina nella città paventata come progresso, modernità e lusso (Dubai) non possiamo girare mano nella mano o baciarsi..?! Che poi è ipocrita perché mi invitano  e mi dicono che è come Monaco, che la vita è bellissima ma di fatto restano queste leggi e le temperature sono altissime. Ma infatti io non ci metterò mai piede! Perché di trovare un altro mondo effimero e dorato ma ancora più ipocrita proprio non ci tengo. Ci sono tantissimi affascinanti arabi in Europa, ma come li vediamo qua non possiamo vederli altrove. Vengono per mangiare, bere e spassarsela con donne libere il periodo che serve per poi tornare laggiù e rispettare le loro regole di astinenza da cibo, alcool e sesso. Credo anche quest’ultima cosa, perché dubito che possano avere intensi rapporti con le loro donne vista la chiusura che c’è – vogliamo ricordare che si circoncidono anche le donne laggiù? “Nel Corano niente di ciò che vedi è predicato, sono deformazioni degli integralisti”; ma noi cristiani deformazioni così selvagge non le abbiamo mai viste!!! Quindi perché accettare? Del resto è tutta una violenza sin dal principio l’Islamismo… Un ricco visionario scende dalla montagna dicendo che ha sentito la parola di Dio e giustamente viene cacciato via dalla Mecca. A Medina, città più chiusa e meno importante, con il suo carisma riesce a farsi dei seguaci e quando ne ha abbastanza si reca fuori dalle mura della Mecca dicendo che avrebbe risparmiato la popolazione se la sua regione fosse stata accettata. E il resto è tutta una faida: i 4 califfi e i successori a dover mantenere l’ordine, ad imporsi e farsi uccidere da aspiranti governanti. Ho spiegato in parole semplici ciò che avevo iniziato a studiare con piacere (ma mi tocca dare un altro esame), potete ritrovarlo nel dettaglio nel libro A history of the Modern Middle East  di Cleaveland, disponibile online in pdf. Gesù, figlio di Dio,  si sacrifica per l’umanità e mai parla di violenza, eppure la religione che lo vede come profeta è la più praticata del mondo. Per non parlare delle religioni orientali, della loro tolleranza e non-violenza.

Le religioni sono l’oppio dei popoli, usate sin da principio dai governanti per mantenere l’ordine. Ma c’è qualcosa in cui non si può non credere: il verbo in sé, l’insegnamento. E il verbo per le popolazioni sane non è la violenza e il non rispetto dell’individuo.

Standard
Politics

#deathwithdignity

Brittany Maynard decided to win over the cancer and #diewithdignity for her own choice, in her bed, with her family next. She represents the only case of great admiration I feel toward a suicide. As normally I am disgusted by people who throw away their lives because they have no longer the bravery of facing difficulties – and so they live the burden to the dearest ones,and people who got in touch with them are feeling guilty -, when one is seriously hill and there is no possibility whatsoever of winning the hilliness – then taking away your own life before becoming a vegetable and loosing all the capacities even of thinking or feeling, is something good. In fact, what’s the point of living when people around you feel compassion, you become a burden and the normal itinerary of your day is house-hospital waiting to be secluded in the latter one and die there? Hospitals are the most scary and sad places in the world – I’d even give birth out of them in order to avoid all the horrors you can see inside there. If a disease is found, then most doctors are able to make this enormous, and give you medicines that make it worse. I’m not saying that everything is bad and I’d put on fire those institutions, no… I’m the first grateful person to which life was saved due to an emergency… But there’s something different between saving a life in an intervention because otherwise you’re in a coma and choosing to do something that it might be unnecessary (you poor ignorant can’t know all the specialist’s words and motivations, so you’re fucked as when you’re in the hands of a lawyer but with the difference that in the former case you’re a piece of meat to cut and not an individual with his right of defense) and even an experiment of a new technology, or a dot in a surgeon’s career. I can stand up with Brittany because I’d rather die than being in the hands of a disease and of doctors (thanks God it was not my case, and I made the choice of living avoiding medical controls etc). So in my opinion prescribing pills to people who seriously give motivations is a right thing, as it would be for pharmacies to prescribe marijuana.  Hill humans should be given the right to make choices and live happily their last moments, and living and attending hospitals makes it impossible. We should be living in an era where suicides are no longer disgusting (bullets in a head, hangings, cuts…). Toxic poisons are the most charming thing, they leave your body perfect outside. It’s curious how legislations are different in the health’s field, in the video it is well explained.

All my support for Brittany’s choice, may she rest in peace.

Standard