Politics

Putin, кабачки ix! – spiaccicali

http://www.theguardian.com/world/2015/jun/08/g7-leaders-sanctions-russia-ukraine-conflict-obama La Russia, sempre fuori dal G8, viene minacciata da un embargo più severo. Giustamente Putin risponde che è pronto ad esaminare “tutte le azioni necessarie per contrastare l’isolamento degli Usa e della Nato nei suoi confronti”!!! Come appassionata di relazioni internazionali posso apprezzare l’ONU negli ideali e nella composizione – il Consiglio di Sicurezza sarà sempre formato da quei cinque Stati vincitori della seconda guerra mondiale più altri dieci a rotazione -, ma tutta la marmaglia di altri organismi sovranazionali (tra cui l’UE) e/o di cooperazione che cosa sono?? … Una maniera degli Stati Uniti di imporre la loro egemonia su di noi che non ci combiniamo una cippa con loro, ecco cosa sono!!! Ed oggi che mi informo sugli accadimenti del G7 di ieri e sento ancora minacciare la mia Russia che tanto viene allontanata da noi mi sento sempre più circondata da scenari neri, tanto che vorrei piangere sulla spalla del mio relatore Marco Tarchi che ha scritto un libro CONTRO L’AMERICANISMO. E scriverci insieme un’altra tesi complottista. Abbiamo avuto le nostre possibilità di stare fuori da questa tragedia che vedrà sempre più rom e africani a discapito dei ricchi ed affascinanti russi nella nostra terra – e l’abbiamo fatta fuori! Questa possibilità si chiamava Silvio Berlusconi ed era in ottimi rapporti con questo Putin e quel Gheddafi che gli Stati Uniti tramite i suoi cagnolini hanno fatto fuori. Compreso il nostro presidente. E adesso mentre ci impoveriamo tutti per i dettami dell’Ue imposti a loro volta dall’amicizia con le stelle e le loro strisce che legano, il capitalismo vero e la forza restano all’interno della Russia – che se li impiegasse farebbe anche bene. Gli scenari per l’Italia sono talmente tragici che o ci liberiamo di questa dittatura buttandoci in una, anche violenta, guerra interna o calcolando i costi/benefici e la forse effettiva impossibilità di abbassarsi a discutere con gli stupidi che ci battono con l’esperienza ci facciamo un piantino e ce ne andiamo… ma non in “Europa”, bensì in Russia, India o America Latina!! É meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora…. riflettete!!! silvio_putin_69 Президент Путин, это письмо для вас… Я боюсь здесь сейчас, в Италии. Я знаю что сейчас мне ещё нужно практиковать с русском языке для говорить этот отлично; а думаю, что на будущей я может бить буду одна между вашему интеллигенция. Один из моей мечты – знать Берлускони -стал реальность, а теперь я надеюсь что политика будет взять меня к вам тоже. Я уважаю вас искренне. IMG_0050

Standard
Places, Politics

Polemica sulla copertura giornalistica livornese

Ho inviato questo messaggio a quattro testate giornalistiche per lamentarmi della copertura di alcuni organi di stampa locali:

Ringrazio tutti gli elettori che mi hanno votata credendo in quello che io ho prospettato come programma. D’ora in avanti sarò dalla loro parte e porterò avanti tutte queste idee con impegno sempre maggiore proprio per coloro che mi hanno dato fiducia adesso e per quella che mi sarà concessa. Sono mio malgrado dispiaciuta di non aver ricevuto quella attenzione da parte di alcuni giornali locali che credo tutti i candidati meritino – e che infatti alcuni hanno avuto -, nonostante la garanzia di darmi uno spazio per annunciare l’iniziativa di incontro con gli elettori in piazza Cavour del 20 maggio, e con essa parti del mio programma. Sono stata deliberatamente ignorata da chi aveva garantito di cercarmi. Alcune interviste non sono mai arrivate, e la loro assenza è palese visto che ho ricevuto attenzioni in cronaca nazionale e in tre emittenti televisive. Non entro poi in merito ad alcune scelte di foto, ma ritengo che potessero essere migliori.Felicissima per contro di avere comunque ricevuto nel complesso una buona copertura, mi chiedo il perché di tanta parzialità e pregiudizio da parte degli organi di stampa locali nei confronti di una ragazza di 23 anni (che a 17 peraltro ha anche svolto uno stage scolastico in redazione) che si affaccia nel mondo politico coraggiosamente in un partito come Forza Italia, che necessitava appunto forza per competere a pari livello contro la mentalità predominante. Capisco che ognuno ha le proprie simpatie politiche, ma ricordo che nessun giornale può fare scelte di campo; né dando troppa attenzione ai propri paladini, né ignorando i candidati pericolosi e nuovi. Siccome ho stima e rispetto per le prestigiose testate locali spero di sbagliarmi e che ciò non accada più, perché sono decisa ad inviare talvolta comunicati stampa ed opinioni che in quanto candidata in una lista alle recenti regionali quale esponente di un partito nazionale che sta all’opposizione e vigila democraticamente sull’attività di chi governa la Toscana, ritengo doveroso produrre – per giusta e corretta informazione dei cittadini tutti. A partire da questa.

Cordialmente, Alessandra Cantini

Ho avuto la cosiddetta prova del nove sulle mie ragioni oggi, che prontamente la Nazione mi ha concesso uno spazio (le altre tre testate hanno ignorato la mia email). Sopra di questo, c’è un’ intervista ad un membro del Pd. Mi sembra che questa possa essere definita imparzialità e professionalità giornalistica. Il resto di ciò che circola a Livorno è un braccio di quel controllo dell’informazione da regime comunista, che mescola notizie degne di Novella 2000 a folclore è chiusa mentalità trasposta su un pezzo di carta. Nel 2009 però un articolo sulla mia favola dell’ottenimento del ruolo nel film di Virzì ci fu… E mi sento chiamare una sera da una giornalista sbigottita di vedere il mio nome in lista, che voleva accertarsi fossi davvero io. Come se fosse strano che una dottoressa in scienze politiche possa essere chiamata a rappresentare un partito a delle elezioni regionali… L’intervista da lì non c’è mai stata; perché, le iniziative della bambolina hanno iniziato a farsi serie? C’era il rischio ad inserire foto mie riconoscibili e decenti, invece che quella col cappello ed un’altra con gli occhi chiusi e una spallina del vestito abbassata dopo il discorso fervente…? Mi hanno sabotata, quasi schernita. Dov’è la tanto urlata democrazia  se un’intera città che tanto invoca il potere del demos è obnubilata da notizie faziose o da tagli voluti? Nella maggior parte dei bar, forse anche per risparmiare, infatti ci sono solo due giornali, e l’altro è la Gazzetta dello Sport! Mi piange il cuore a dirlo, perché sono sempre stata corretta, simpatica e disponibile, prestando oltretutto la mia penna gratuitamente – col comunismo si guadagna solo in poltrona, le iniziative individuali sono soffocate. Sono buona e amichevole, ma qua sono sempre più seria, e adesso zitta non sto più: se quelli di sinistra mi voltano le spalle temendo di inserire le mie parole, posso solo andarne fiera!! Blondewithbrain prende a cuore la corretta informazione che dovrebbe circolare nelle democrazie e offre controinformazione nell’arsenale politico. 

 




Standard