Politics

Putin, кабачки ix! – spiaccicali

http://www.theguardian.com/world/2015/jun/08/g7-leaders-sanctions-russia-ukraine-conflict-obama La Russia, sempre fuori dal G8, viene minacciata da un embargo più severo. Giustamente Putin risponde che è pronto ad esaminare “tutte le azioni necessarie per contrastare l’isolamento degli Usa e della Nato nei suoi confronti”!!! Come appassionata di relazioni internazionali posso apprezzare l’ONU negli ideali e nella composizione – il Consiglio di Sicurezza sarà sempre formato da quei cinque Stati vincitori della seconda guerra mondiale più altri dieci a rotazione -, ma tutta la marmaglia di altri organismi sovranazionali (tra cui l’UE) e/o di cooperazione che cosa sono?? … Una maniera degli Stati Uniti di imporre la loro egemonia su di noi che non ci combiniamo una cippa con loro, ecco cosa sono!!! Ed oggi che mi informo sugli accadimenti del G7 di ieri e sento ancora minacciare la mia Russia che tanto viene allontanata da noi mi sento sempre più circondata da scenari neri, tanto che vorrei piangere sulla spalla del mio relatore Marco Tarchi che ha scritto un libro CONTRO L’AMERICANISMO. E scriverci insieme un’altra tesi complottista. Abbiamo avuto le nostre possibilità di stare fuori da questa tragedia che vedrà sempre più rom e africani a discapito dei ricchi ed affascinanti russi nella nostra terra – e l’abbiamo fatta fuori! Questa possibilità si chiamava Silvio Berlusconi ed era in ottimi rapporti con questo Putin e quel Gheddafi che gli Stati Uniti tramite i suoi cagnolini hanno fatto fuori. Compreso il nostro presidente. E adesso mentre ci impoveriamo tutti per i dettami dell’Ue imposti a loro volta dall’amicizia con le stelle e le loro strisce che legano, il capitalismo vero e la forza restano all’interno della Russia – che se li impiegasse farebbe anche bene. Gli scenari per l’Italia sono talmente tragici che o ci liberiamo di questa dittatura buttandoci in una, anche violenta, guerra interna o calcolando i costi/benefici e la forse effettiva impossibilità di abbassarsi a discutere con gli stupidi che ci battono con l’esperienza ci facciamo un piantino e ce ne andiamo… ma non in “Europa”, bensì in Russia, India o America Latina!! É meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora…. riflettete!!! silvio_putin_69 Президент Путин, это письмо для вас… Я боюсь здесь сейчас, в Италии. Я знаю что сейчас мне ещё нужно практиковать с русском языке для говорить этот отлично; а думаю, что на будущей я может бить буду одна между вашему интеллигенция. Один из моей мечты – знать Берлускони -стал реальность, а теперь я надеюсь что политика будет взять меня к вам тоже. Я уважаю вас искренне. IMG_0050

Standard
Culture, Places, Politics

Stay unemployed where you are

….or fly far far away from Europe.
Berlin today:

P_20131014_142501 P_20131014_142713 P_20131014_143303 P_20131014_143442 P_20131014_152632 P_20131014_153029

Those are important places in the city: Under den Linden (viale dei tigli), St. Edwige’s cathedral and the sorroundings of the museum’s island. The city is literally infested of works and there’s no mention of that by the travel agencies. So, if you’re planning a luxury week end in a hotel around Friedrichstrasse for instance, or even in Pariserplatz (where Brandenburg Gate is located) be prepared to be awakened by the scaring enormous tools used to destroy and rebuild in German style. I wouldn’t be surprised to hear that the best employments are engineers and carpenters. And public security indeed.

Conoscete il detto livornese ”meglio disoccupato a Livorno che ingegnere a Milano”? Direi che è meglio essere ingegnere in Germania ma per il resto mi chiedo come mai tutte le politiche europee ruotano intorno a questo paese. Bella la mia Italia con i suoi palazzi millenari e bella Roma caotica perché ogni volta che cercano di scavare una nuova linea metropolitana bloccano i lavori perché trovano resti antichi! Abbiamo talmente tanto SENSO CIVICO che preferiamo l’affascinante fatiscenza della nostra grandezza (in barba a Putnam e i sociologi americani che ci portano come esempio contrario).
Ce ne freghiamo ma fa parte del nostro carattere, è ciò che forma la nostra identità no? Menefreghisti e non, si può solo apprezzare la storia che si respira nel nostro paese, con tutte le differenze che ci sono tra città e città. Milano è obiettivamente grigia e triste,ma ha il suo bello che rimarrà integro: i Navigli, il Duomo, Brera…
Poi in Italia abbiamo la moda e una lunga lista di cose che vengono differentemente in mente a ciascuno, perché la nostra caratteristica in quanto italiani è l’individualismo. Salvo poi accettare il colpo di stato che ha messo quel burattino delle banche tedesche al governo ed essere rovinati finanziariamente a livello personale e statale in nome di uno Spread inventato, o che comunque poteva non interessarci. E nonostante il fallimento del Monte dei Paschi che corrispondeva all’ IMU quello pseudoeconomista continua ad avere un posto in governo. In Italia in politica tutto è concesso (da noi più che dagli altri, dalla tradizione Machiavelliana), perché tutto è pseudocapito e accettato passivamente.
Ma essere burattini dei tedeschi no eh. Ma come abbiamo fatto a pensare che la stessa moneta potesse andare bene in due paesi così differenti? Beh, io non l’ho mai pensato, a 10 anni già notavo che se giocare alle macchinette sulla spiaggia prima costava 50 lire dal 2002 erano diventati 50 cent. Esempio micro percepito da una bambina, ma il problema era ed è più vasto.
E poi piangiamo sul latte ormai versato e cerchiamo di convincerci che era necessario.
Niente è necessario, tutto è utile; ma le nostre sono buche nel senso più macro del termine. Anch’io non posso che lamentarmi e accettare, ma non voglio disinteressarmene. Potendo viaggiare porgo uno sguardo comparativo sul mondo, l’Europa e l’Italia. Perché il nostro è il paese più bello del mondo; e lo sappiamo, e lo amiamo, e l’odiamo. Ma un italiano vero non potrà mai amare di più la Germania! Mandiamo a quel paese la Merkel e bruciamo i resti di Priebke morto nella nostra patria a 100 anni (nonostante lo stile di vita dev’essere arrivato a quell’età proprio grazie a noi)!!
Buon appetito, da Berlino con amore…

Currywurst

Currywurst, typical German dish.

Xx, A.

Standard