Culture

90’s terrific cults: think twice before getting involved!

Fatal attraction, Sleeping with the enemy, Basic instinct, The war of the Roses.

images

Suspense, obsession, lust, sex, possession, blood, death, craziness… and a common message: be careful who you sleep with, and/or with whom you’re married with. Suddenly he/she can turn into your worst enemy. Consequences could bring you to death. Those films scared a generation of young people, and still work with me. My heart had difficulties handling Sleeping with the enemy tonight, where finally the crazy one in the couple is the man. Very tidy, very beautiful, very faithful and cheerful…and then suddenly crazy and violent for nothing, always wanting to possess his wife until she’s got no freedom even to see her mom. She pretends she can’t swim and so she escapes and changes her identity. But he seeks for her… I had shivers during the whole movie. Why didn’t I see it before sharing part of my life with some potential enemies? And then there’s Psycho, who also had its remake during the 90’s. There the presence of the MOM dominates the film. Oedipus complex, another thing to be scared with. And while during the 90’s women were anyway still more submitted to men’s, now everything is upside down. With the awful consequences for us to end up killed to make them think that they still are over us, and mom protects them.

1395832377159.cachedimages-1

Protect and love yourself, be single – keep friends, give birth a day, live in peace.

War-Of-The-Roses-kathleen-turner-25216839-1200-775

We women have more powerful weapons than guns anyway….

Unknown

sleeping-with-the-enemy_01

Standard
Culture, Politics

Misogynism can be defined but law is relative. A few more tears and disgust toward Iran in particular and the Midle East, in general.

http://blogs.tribune.com.pk/story/24675/reyhaneh-jabbari-lives-on-even-today/. Why should we cry and suffer for what happens in those under developed archaic countries? I say this but I feel such a pain just looking at those women… Creatures that cannot escape the savagery and domination of their men, that are destined to live without fulfilling their lives… But you know what..? This is THEIR fault, not men’s. Because we’re in the XXIth century, weapons are easy to find and if the best revolutions of the XXth century were made without the help of social medias now with all the possibilities of gathering people around a goal I wonder why these females accept this. I’m not keen to feminism in itself, I already shared my opinion in this; but that kind of rebellion against a society that is DISGUSTING is something I’m willing it could happen. Men, go on until they’re so stupid and powerless. I’m sorry for the unfair justice that Reyhaneh plead. But how could she defend herself and the justice in a so under developed society? How can she believe in a barbaric religion? Because now I express myself over the Islamic religion and I’m sorry for all my charming friend but I cannot shut in front of your convinced statements of supremacy. How can you generally say that the Quaran contains the divine words if nobody was with that visionary Muhannad over the mountain? And how can you justify Jihad, the imposition of a religion with the threat of force over Mecca after the period in Messina because he was sent back there due to the fact that nobody liked him at the beginning? He is a prophet and I might be a blasphemer but Jesus died and scarified himself for humanity, never praising violence. And look, Christianism is the most practised religions in the world (what was done by the Church during the Middle Age stayed in that time’s uses, now we can think what we want over the institution but not that violence is part of this)!  It’s easy to use force… We live in a world that praise human rights in every civilized country, a world in which there’s a subject of studies called “international law” with the supreme goal of defending them. However, in those Middle East countries the values that organizations preach are not respected and resolutions are not taken. Where’s the validity of ONU if it accepts every of them and stays watching all that?  I might be dull, but something doesn’t glue. In fact I don’t believe in the power of those international organizations either… It would be better to stay in our native countries free from obligations to others. And never never NEVER put a foot in underdeveloped dangerous countries. You go there and you might be beheaded, how nice…. My parents are right. You can meet arabic people in Monaco eating and drinking like crazy and very open minded  and connect with their vision of their culture in safety instead of meeting them in their towns, sadder, respectful and soooo HYPOCRITICAL!! It sucks to me to see burkas and over covered women in Europe but I respect their  unfair religion. Why can’t I walk in shorts in Dubai then – where they preach progress and wealth but still you can’t go hands-in-hands with someone or you’re rejected from the country? Which religion can be so DULL, ARCHAICAL and UNFAIR?! I respect everything, but to your sayings that “what you see in media is not what the true teachings of our prophet say”,  I answer that even if a small part of the believers do horrors in the name of a false interpretation, if you”the good believers” go against their terrific  actions, then start preaching something else too instead of accepting this on a global level!!!! You must be afraid of the violence justified by your law and the activate yourself and give a new teaching. And stop drinking and come to annoy european women, we’ll never be submitted…!!!

Love is freedom and understanding, and I’m praying for comprehension of those values in the whole world. It might come by war, so let’s start fighting to be heard!!! islam-vs-other-religion Credo di essere una persona tollerante e buona, aperta allo studio delle altre culture e rispettosa di tutte le religioni. Ma adesso l’ISLAM ha toccato un limite. E’ disgustoso dover essere bombardati dai media sugli orrori che (ancora) accadono nei paesi del Medio Oriente! Questa povera ragazza impiccata…. Come nel Medioevo, perché ha ucciso un uomo che cercava di violentarla. La sua lettera mi ha commossa, ho cercato di mettermi nei suoi panni; io che a 19 anni vivevo uno dei periodi più belli della mia vita, me la spassavo nell’estate della maturità, iniziavo l’università…come posso capire? Infatti non si può perché siamo profondamente diverse. Con il rispetto della defunta, ma non siete definibili donne nella società attuale. E, sebbene possa essere tra quelle che si dichiarai apertamente contro il femminismo per il quale le suffragette scendevano in piazza e per il quale adesso stiamo prendendo un falso controllo che ci fa perdere di vista i valori familiari, questa è una deformazione per la nostra specie. con tutti i mezzi che ci sono per essere ascoltati possiamo immaginare rivoluzioni di portata ben più grande di quelle del secolo scorso, eppure tutto rimane fermo. Ma anche non potendo sotto quel piano, se siete donne UCCIDETELI. E combattete per essere libere. Che sinceramente vedervi girare per l’Europa in Burka fa abbastanza senso. Vi rispettiamo, ma ci fate pena. Guardiamo silenziose questi fantasmi che si aggirano per l’Europa e che sotto magari indossano migliaia di euro di vestiti presi nelle migliori boutiques e noi non possiamo mostrare le nostre belle gambe nei loro paesi perché altrimenti ci cacciano via..?! Se andiamo a fare una vacanzina nella città paventata come progresso, modernità e lusso (Dubai) non possiamo girare mano nella mano o baciarsi..?! Che poi è ipocrita perché mi invitano  e mi dicono che è come Monaco, che la vita è bellissima ma di fatto restano queste leggi e le temperature sono altissime. Ma infatti io non ci metterò mai piede! Perché di trovare un altro mondo effimero e dorato ma ancora più ipocrita proprio non ci tengo. Ci sono tantissimi affascinanti arabi in Europa, ma come li vediamo qua non possiamo vederli altrove. Vengono per mangiare, bere e spassarsela con donne libere il periodo che serve per poi tornare laggiù e rispettare le loro regole di astinenza da cibo, alcool e sesso. Credo anche quest’ultima cosa, perché dubito che possano avere intensi rapporti con le loro donne vista la chiusura che c’è – vogliamo ricordare che si circoncidono anche le donne laggiù? “Nel Corano niente di ciò che vedi è predicato, sono deformazioni degli integralisti”; ma noi cristiani deformazioni così selvagge non le abbiamo mai viste!!! Quindi perché accettare? Del resto è tutta una violenza sin dal principio l’Islamismo… Un ricco visionario scende dalla montagna dicendo che ha sentito la parola di Dio e giustamente viene cacciato via dalla Mecca. A Medina, città più chiusa e meno importante, con il suo carisma riesce a farsi dei seguaci e quando ne ha abbastanza si reca fuori dalle mura della Mecca dicendo che avrebbe risparmiato la popolazione se la sua regione fosse stata accettata. E il resto è tutta una faida: i 4 califfi e i successori a dover mantenere l’ordine, ad imporsi e farsi uccidere da aspiranti governanti. Ho spiegato in parole semplici ciò che avevo iniziato a studiare con piacere (ma mi tocca dare un altro esame), potete ritrovarlo nel dettaglio nel libro A history of the Modern Middle East  di Cleaveland, disponibile online in pdf. Gesù, figlio di Dio,  si sacrifica per l’umanità e mai parla di violenza, eppure la religione che lo vede come profeta è la più praticata del mondo. Per non parlare delle religioni orientali, della loro tolleranza e non-violenza.

Le religioni sono l’oppio dei popoli, usate sin da principio dai governanti per mantenere l’ordine. Ma c’è qualcosa in cui non si può non credere: il verbo in sé, l’insegnamento. E il verbo per le popolazioni sane non è la violenza e il non rispetto dell’individuo.

Standard
Uncategorized

Bloody and good news – Italy vs Germany

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/10903804/Italian-man-killed-family-before-watching-World-Cup-match.html

http://www.tgcom24.mediaset.it/dossier/ritrovamento-yara/?frommobile

20140617-150625-54385042.jpg

Bloody cases committed by insane men are apparently solved. About the one that stabbed all his family I am very amused to see that the Telegraph didn’t lose time to report: sex and football, a typical italian’s stereotype isn’t it? It goes by itself this one matches with the serial women’s killer/beaters… So happy Justice got those 2 yesterday.
And uber happy that Schumacher is out of coma, might he recovers completely! Like Pete Sampras – I felt a natural sympathy for this champion at the youngest ages: his smile, his costume, the Ferrari…. I knew but him and even if I couldn’t care less of sports – I’m a surroundings sport event’s lover if you got it – I was shocked when he had the accident and until when I’ve heard the news I wouldn’t have hoped he could get out of there anymore… His family and fans couldn’t deserve this loss, and the world his presence! That’s why miracles happen and we must believe in them.

http://www.telegraph.co.uk/sport/motorsport/formulaone/michael-schumacher/10902535/Michael-Schumacher-out-of-coma-live.html

In fact, I felt a miracle on my vey skin when I had a NDE (Near Death Experiences) at the age of 15. Might this post be a thank you for my doctors – as I’m glad I’m in touch with them safe and sound now, brain without injuries – and for this beautiful life I’m so glad to live.

It was a very cheerful Monday yesterday, and today I’m in Florence at Pitti – I’ll post my impressions later, maybe.

Standard
Politics

Love shouldn’t hurt – International day against violence on women

image

Ci vuole davvero una giornata internazionale per mobilitare il gentil sesso, per ricordare ancora una volta un cancro dell’umanità che tuttavia ha una presa particolarmente tragica in Italia? Evidentemente sì, perché nella maggior parte dei casi le donne tacciono – se ne escono vive- le violenze subite, per vergogna del danno subito o per vergogna nei confronti della persona con la quale hanno perso tempo e/o addirittura parti fisiche di sé o per la paura di esserne ancora vittime, o forse per il sollievo di essere riuscite a liberarsene. Sollievo che pur portando il segno di qualche livido del resto induce a sperare che la piccolezza di chi ha compiuto la violenza si esaurisca appunto con la soddisfazione di costui nel gesto e non vada oltre. E tutta l’onta subita cancelli i ricordi di una storia che sana non poteva essere. Eppure il silenzio uccide la dignità e aiuta ad alimentare un fenomeno terribile, grottesco, mortale. Abbiamo superato il medioevo, non siamo più messe al rogo per stregoneria e non vestiamo più cinture di castità. Viviamo in un occidente dove non esistono lapidazioni per adulterio e harem dove i mariti possono disporre di noi come vogliono. Eppure troviamo uomini più subdoli che fanno della violenza uno strumento privato di terrore, una soluzione per gonfiare la loro piccolezza di potenza contro un corpo più debole e dolce, che dovrebbe essere solo rispettato e baciato. Un corpo che in uno scontro fisico trema di fronte ad un altro che è il doppio. Impotente, mentre la mente cavalca in preda al terrore. Perché la violenza fisica su una donna va ben oltre al dolore fisico, è una violenza anche mentale. La stessa violenza che porta a non denunciare uno stupro o dei segni evidenti di maltrattamento. Mi sembra doveroso dire la mia su questo tipo di primitivismo, insicurezza e inferiorità caratteristico di uomini che tali non possono essere definiti e mai potranno esserlo. Perché qualsiasi violenza venga compiuta andrebbe denunciata in modo da far conoscere lo stigma di tale individuo, che non potrà mai sopprimere i suoi istinti se già non c’è riuscito. Individui che oggi e domani magari alzano le mani, prendono a schiaffi e pedate; ma dopodomani potrebbero sbizzarrirsi con qualcosa di tagliente e magari ucciderti dolorosamente, se va bene con un colpo di pistola. Denunciare sperando che ci siano pene talmente dure per i recidivi o gli assassini da indurre alla paura con torture psicologiche come penitenziari o castrazioni chimiche. Tali uomini non son degni di amare e girare in societá impuniti, quantomeno nel 2013. Non sono una femminista pura: mi reputo anzi una ragazza tradizionale, di vecchio stampo, che reputa le donne troppo intelligenti da poter pretendere di occupare i posti di lavoro più importanti con il solo argomento di un tempo che sta cambiando e la parità.La parità dei sessi non esiste e non dovrebbe nemmeno essere postulata; del resto sono convinta che buona parte di questa violenza nasca proprio da un complesso dell’uomo moderno che vede intorno a sè sempre meno donne vere, bensì donne che vogliono vestire i pantaloni e assumere ruoli più importanti dei loro. Io semplicemente reputo le donne il motore della specie; degli esseri fatti per essere amati e che amando creano l’estensione di una coppia e dell’umanità. Esseri che soffrono terribilmente nel momento del parto, perdono litri di sangue durante la loro esistenza e nel contempo si prendono cura del proprio compagno e che con la loro dolcezza infondono coraggio e forza. Quindi, esseri da adorare e coccolare in tutti i modi possibili, da accarezzare con petali di rosa. Ma soprattutto,esseri da rispettare. E il rispetto di chi vendica qualsiasi danno subito con le mani, oltre ad andare contro alla natura e ad ogni etica, non è nemmeno rispetto per sé stesso.
image

Denunciare, reagire, è meglio che subire.
Ciò vale in tutti i campi, ma in questo merita una battaglia, un’unione intergenerazionale tra tutte noi. Una solidarietà femminile che spesso manca o che ancora più spesso è citata invano.

Standard